@Innovoeno.srl

Bari, Puglia

Cosa è @Innovoeno.srl?

Culaccino® la rivoluzione nel mondo dell'etichettatura!

Milestones

Nessuna Milestone aggiunta da @Innovoeno.srl! 😟

In dettaglio

I soci di @Innovoeno.srl sono:

- Alessandro Decordi, direttore tecnico della Vinicola Decordi s.p.a, terzo più grande imbottigliatore lombardo, è caratterizzato dalla e produce oltre 800 tipologie di vini e bevande con svariate tipologie di packaging.

- Gerardo Pepe, titolare della Digital Control srl, storica azienda produttrice di componenti elettronici per etichettatrici e controlli di visione

- Cristian Gambarotti, Professore del Politecnico di Milano

Essi hanno inventato la tecnologia di etichettatura denominata con il marchio registrato Culaccino® che permette di risparmiare fino all'80% sui costi riducendo gli sprechi di carta e inchiostro durante la stampa e nei trasporti. La tecnologia permette inoltre di annullare i fermi della linea di imbottigliamento dovuti al riassortimento delle etichette, riducendo i costi produzione e i consumi energetici.

Il Consorzio Musp (che è formato dalle università Cattolica e Politecnico di Milano e le principali istituzioni ed enti industriali di Piacenza) ha sviluppato un modello cyberfisico del posizionamento che deve avere la testa di etichettatura nei confronti delle bottiglia che si muovono all’interno dell’etichettatrice.

Il Musp ha anche sviluppato un Mockup funzionante che è stato presentato alla fiera Simei (la più importante del settore che si svolge a Rho Fieramilano) con notevole interesse da parte dei visitatori. 

È stata anche richiesta la domanda di brevetto nazionale ed internazionale (tramite il prestigioso studio Jacobacci and Partners) che è stata accettata.

Per ottenere il prefetto posizionamento nello spazio, la testa etichettatrice è stata posizionata su un sistema robotico della piattaforma di Gough-Stewart sviluppata appositamente.

La @Innovoeno ha stipulato con la Vinicola Decordi una rete d’impresa chiamata rete.wine con lo scopo di poter testare in un ambiente reale le tecnologie sviluppate.

La tecnologia Culaccino® prevede che le etichette siano fustellate con il laser ciò permette di ottenere degli effetti unici e distintivi permettendo ai produttori di ottenere un notevole vantaggio competitivo.

La tecnologia Laser non ha costi di fustella quindi si possono produrre piccolissimi lotti di campionatura senza costi fissi.

Alcuni componenti specifici con forme particolarmente complesse vengono prodotte con stampanti 3D per ottenere il miglior risultato con costi accettabili.

Il sistema è completamente Industry 4.0: il cliente ordina le etichette tramite un portale e-commerce, il quale conosce esattamente quante ne sono state stampate e rimaste in magazzino potendo quindi prevedere gli acquisti risparmiando sui costi e riducendo il rischio di ordinare etichette che diventano obsolete e quindi devono essere smaltite. Ci teniamo a precisare che per motivi tecnici attualmente la carta delle etichette inutilizzabili non può essere riciclata ma può essere solo termocombusta o smaltita in discarica.

Tutti i dati dell’etichettatrice sono conservati in un cloud che permette di avere i dati al sicuro da attacchi informatici. Un ulteriore vantaggio è la possibilità di poter sostituire un macchinario guasto con un altro in poco tempo e senza dover riconfigurare la macchina.

La configurazione è estremamente facile ed intuitiva ed eventualmente può essere fatta da remoto. Ogni tipologia di etichetta ha un codice a barre univoco che permette alla macchina di riconoscerlo appena inserito e configurare la macchina in automatico.

La configurazione può essere effettuata sia dai nostri tecnici, sia dai tecnici della azienda produttrice anche in remoto nel caso non possano essere presenti fisicamente in produzione. Anche la gestione degli ordini delle etichette, essendo esclusivamente via web e costantemente aggiornata in tempo reale, può essere effettuata in remoto anche da impiegati in smart-working.

Il sistema di controllo dell’applicazione è integrato e permette di memorizzare le immagini per poter avere un sistema di tracciabilità e anticontraffazione estremamente evoluto. Le immagini sono distribuite tramite blockchain per garantire al consumatore finale di avere la certezza che non siano avvenute modifiche nel tempo.

Secondo il nostro modello di business prevediamo di dare il macchinario in comodato d’uso gratuito ai produttori, richiedendo una piccola pay-per-use per ogni etichetta applicata. Per il produttore ci sarà il vantaggio di non avere spese iniziali o impegni finanziari, costi certi comprensivi di eventuale manutenzione ordinaria e straordinaria e un costo proporzionale alle bottiglie etichettate e quindi ai ricavi ottenibili. 

Offriremo anche la possibilità di utilizzare il prodotto solo per determinati periodi dell’anno permettendo di fornire le aziende che hanno piccole produzioni stagionali.

Il costo del pay-per-use è inferiore al risparmio ottenuto dalla nostra tecnologia rendendo comunque conveniente l’utilizzo, però permette alla nostra società di ripagare i costi sostenuti in pochi anni e soprattutto permette di instaurare un rapporto continuativo e consolidato con il cliente permettendo di offrirgli sempre nuovi prodotti.

La tecnologia è stata testata su bottiglie di vino ma può essere utilizzata per qualsiasi tipo di contenitore, sia di liquidi (liquori, birra, acque, bevande, oli …) o solidi (vasetti di conserve, salse, sottoli ecc.), ma anche prodotti non necessariamente agroalimentari come i contenitori di detersivi ed in generale qualsiasi contenitore che abbia un’etichetta che rappresenta il caso più comune. Ovviamente il progetto può essere facilmente replicato ed esteso a tutto il mondo, per questo motivo abbiamo richiesto l’estensione internazionale del brevetto.

Sfoglia il pitch